28 gennaio 2010 / 09:46 / 8 anni fa

PUNTO 1-Erg, jv con Total nel downstream,nasce big distribuzione

(Riscrive aggiungendo dettagli da nota)

MILANO, 28 gennaio (Reuters) - Erg (ERG.MI) e Total (TOTF.PA) hanno siglato un accordo per la creazione di una joint venture operante in Italia nei settori della raffinazione e del marketing.

La nuova società, che si chiamerà TotalErg, diventerà uno dei maggiori operatori in Italia nel settore della distribuzione di prodotti petroliferi con una quota di mercato di circa il 13% e oltre 3.400 stazioni di servizio, spiega una nota.

In questa rete distributiva le vendite di carburanti saranno di 3,4 milioni di tonnellate l'anno, mentre quelle nel settore extra-rete e di prodotti di specialità ammonteranno a 3,2 milioni di tonnellate per anni circa.

Nel settore della raffinazione avrà una capacità totale sul continente di circa 116.000 barili al giorno pari a circa l'8% della domanda italiana.

Tecnicamente la joint-venture nascerà dalla fusione tra Total Italia ed Erg Petroli mentre non saranno conferite le attività di marketing aviazione e della carta AS 24 di Total e quelle di raffinazione e marketing di Erg in Sicilia.

L'enterprise value concordato per Erg Petroli, esclusi gli asset della Sicilia, è di 777 milioni, sulla base del quale Total corrisponderà un valore economico a Erg di 65 milioni di euro per il suo 49%.

Per il gruppo Erg, secondo le stime preliminari, l'accordo porterà un incremento del margine operativo lordo di oltre 25 milioni l'anno.

A seguito dell'accordo odierno, della joint venture con Lukoil (LKOH.MM) siglata nella raffinazione costiera nel 2008 e in funzione della finalizzazione degli investimenti strategici di Erg Power e Isab Energy attesi entro il primo semestre 2010, Erg modificherà la propria struttura organizzativa.

Sarà accorciata la catena di controllo con la fusione delle due subholding Erg Raffinerie Mediterranee e Erg Power & Gas in Erg, che sarà organizzata in due business unit.

Erg Renew ENRT.MI mantiene il suo posizionamento di società controllata operativa nel settore delle rinnovabili.

Sono attesi dalla joint venture e dalla riorganizzazione "significativi ricavi e sinergie di costo", spiega la nota.

Il titolo Erg in borsa accoglie positivamente l'annuncio e sale del 3,76% a 9,94 euro a fronte di uno stoxx europeo dell'energia .SXEP in rialzo dello 0,82%.

"L'accordo è senz'altro positivo perché spiana la strada per risparmi di costo grazie alla dimensione più ampia e alle economie di scala della divisione", si legge in un report di Santander Private Banking che conferma il giudizio BUY e il target price a 11,9 euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below