Intesa SP, rafforzamento e dividendo non inconciliabili-Guzzetti

mercoledì 27 gennaio 2010 15:23
 

MILANO, 27 gennaio (Reuters) - Il rafforzamento patrimoniale e l'erogazione del dividendo non sono inconciliabili per Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione). Lo ha detto il presidente della Fondazione Cariplo Giuseppe Guzzetti, a margine di un convegno organizzato a Firenze dall'Acri e dall'Associazione dei giovani editori.

"Nessuna pretesa da parte nostra. Se i nostri bravi manager riescono a conciliare il rafforzamento patrimoniale e il dividendo, non c'è pretesa: perchè dire meno dividendo?" ha detto Guzzetti, commentando l'invito rivolto ieri alle banche dal governatore di Bankitalia Mario Draghi a rafforzare il patrimonio, fattore che potrebbe impattare sulla politica di dividendi. Il presidente della fondazione Cariplo ha definito "legittima" la richiesta di dividendo da parte delle fondazioni più piccole perchè "non è per i portafogli privati ma è per le attività erogative". "La Fondazione Cariplo e le altre fondazioni grandi reggono grazie al fondo di stabilizzazione delle erogazioni, ma le piccole si bloccano", ha detto Guzzetti.

Guzzetti ha poi negato l'esistenza di un "concerto" fra le grandi fondazioni azioniste per la definizione di una lista comune per il rinnovo del Consiglio di sorveglianza di Intesa. "Non c'è nessun concerto, cioè decidere cose assieme. Ma io parlo con tutti, o volete impedirmi di avere consultazioni?" ha risposto ai cronisti.