Fiat cala dopo conferma su dati 2009, incertezza su 2010

giovedì 21 gennaio 2010 10:20
 

MILANO, 21 gennaio (Reuters) - Fiat FIA.MI è in ribasso in un mercato positivo sui dati 2009, ma che preferisce non spingere sul titolo a causa delle incertezze sul 2010.

Pesa anche il downgrade di JP Morgan, che ha alzato il target e ridotto il rating.

"Il titolo è andato bene nelle ultime sedute, man mano che il mercato realizzava che i dati 2009 sarebbero stati migliori del consensus. Dopo la conferma di Marchionne, si pareggiano le posizioni in attesa delle cifre ufficiali", dice un dealer.

Ieri alcuni analisti hanno detto a Reuters che le previsioni del mercato sui dati 2009 erano in linea o superiori al consensus elaborato da Fiat a inizio gennaio.

In serata l'AD di Fiat ha detto di prevedere dati migliori della media del consensus.

"Le azioni non reagiscono al flusso di notizie positive sul quarto trimestre 2009, perchè il mercato teme un 2010 debole", dice il report di un primario broker italiano.

"Le indicazioni positive date da Marchionne sul 2010 si associano con una buona partenza del mercato brasiliano, che dovrebbero allentare questi timori", aggiunge il report.

JP Morgan ha tagliato a "underweight" e alzato il target a 10 euro al dicembre 2010, sulla base di una valutazione somma delle parti. Quello precedente era a 8 euro.

"Il target di JP Morgan mi sembra vada a sancire una situazione di fatto, cioè il prezzo attuale del titolo", aggiunge il dealer. "In ogni caso sul gruppo di Torino le valutazioni sono diverse, in funzione delle previsioni su mercato e gruppo nel 2010 e nel 2011".