LSE, ricavi trim3 in calo 9%,vede condizioni mercato ancora dure

giovedì 21 gennaio 2010 10:27
 

LONDRA, 21 gennaio (Reuters) - Il London Stock Exchange Group (LSE.L: Quotazione), che controlla anche Borsa Italiana, ha registrato un calo dei ricavi del 9% nel terzo trimestre e ha previsto che le condizioni del mercato restino difficili anche nell'ultimo trimestre dell'esercizio.

Come le altre borse, il LSE ha perso quote di mercato a favore di altre piattaforme di trading come Chi-X e BATS.

"Le condizioni di mercato restano dure nel trimestre in corso", sottolinea in una nota l'AD Xavier Rolet.

I ricavi sono scesi a 154,9 milioni di sterline (179 milioni di euro) nei tre mesi chiusi a dicembre, ma risultano in crescita del 4% rispetto al trimestre precedente. A valute costanti, il calo su anno è pari al 12%.

Gran parte della contrazione è legata alle attività di trading azionario in Gran Breatagna e Italia, con ricavi complessivi scesi del 29% su anno. LSE cita anche il calo delle attività di trading in Gran Bretagna e l'introduzione a settembre di una struttura tariffaria semplificata come responsabili della riduzione dei rendimenti medi da contrattazioni.

La quota di scambi su titoli del FTSE 100 in mano al LSE è scesa sotto il 57% a gennaio da quasi il 96% di inizio 2008, secondo i dati Thomson Reuters.

In Italia i volumi medi giornalieri di scambi sono scesi del 6%, mentre i ricavi di MTS (reddito fisso) sono aumentati del 23%. Il post trading ha visto un incremento delle operazioni ma un calo dei ricavi del 13%.