RPT-UniCredit, normale che soci chiedano dividendo - Castelletti

mercoledì 20 gennaio 2010 11:42
 

ripete correggendo data storia

MILANO, 20 gennaio (Reuters) - E' normale che gli azionisti chiedano una remunerazione del capitale ma per UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) una decisione sul tema dividendi sarà presa nelle sedi opportune.

Lo ha detto Luigi Castelletti, vicepresidente dell'istituto in rappresentanza della Fondazione Cariverona, entrando nella sede dell'Abi per la riunione dell'esecutivo.

"Mi pare normale che gli azionisti chiedano una remunerazione del capitale. Una decisione verrà presa a tempo debito e nelle sedi opportune", ha detto.

Lo scorso anno UniCredit non ha distribuito un dividendo in contanti ma soltanto in azioni.

Sull'aumento di capitale UniCredit da poco meno di 4 miliardi in corso, Castelletti ha sottolineato che "la Fondazione Cariverona ha fatto quanto doveva e ha deciso, mi pare, bene".

L'aumento di UniCredit si chiuderà il 29 gennaio.

Fondazione Cariverona, primo azionista con diritto di voto dell'istituto, ha annunciato che aderirà all'aumento per 190 milioni, poco meno dei 200 milioni di sua pertinenza.

La differenza è dovuta alla necessità di non sfondare il tetto del 70% dell'investimento azionario sul totale del patrimonio previsto dalle linee guida di gestione dell'ente.