Findomestic, ok a piano 2010-2012, secondo sindacati 230 esuberi

martedì 19 gennaio 2010 18:48
 

MILANO, 19 dicembre (Reuters) - Findomestic Banca punta a guadagnare quote di mercato e a cogliere tutte le opportunità di collaborazione con la controllante Bnp Paribas (BNPP.PA: Quotazione), soprattutto in Italia. Sono questi i principali obiettivi del piano industriale 2010-2012 approvato dal Cda della società attiva nel credito al consumo, piano che secondo i sindacati prevede 230 esuberi. "Il progetto aziendale punta quindi a raggiungere l'equilibrio di sostenibilità economica che consente all'azienda di rimanere competitiva sul mercato e finanziare i necessari investimenti per il suo rilancio, con la volontà di identificare al tempo stesso soluzioni di sostenibilità sociale", si legge nella nota di Findomestic.

Relativamente ai risvolti ocupazionali del piano la società dice che sono iniziati gli incontri con i sindacati "relativi alle conseguenze giuridiche, economiche e sociali per i lavoratori/lavoratrici e le eventuali misure previste nei confronti di questi ultimi".

In una nota il segretario della Cisl di Firenze Roberto Pistonina ha detto che Findomestic ha annunciato ai sindacati 230 esuberi a livello nazionale, di cui 120 a Firenze dove ha sede la società.

Il sindacalista si è detto "molto preoccupato per il piano annunciato ieri da Findomestic" alle organizzazioni sindacali.

In totale sono 2.000 gli occupati di Findomestic a livello nazionale, quasi mille a Firenze. Secondo la Cisl, oltre agli esuberi Findomestic ha previsto "mobilità funzionale e territoriale, con la gestione dell'hardware informatico spostato da Firenze a Roma, e l'affidamento in outsourcing del cosiddetto primo inpagato".

Nella sua nota Findomestic dichiara che intende "gestire accuratamente questo processo in coerenza con le politiche di responsabilità sociale del Gruppo BNP Paribas", attivando un "dialogo costruttivo" con i sindacati per trovare "soluzioni sostenibili".