PUNTO 2- Citigroup, perdita trim4 a 0,33 dlr, in linea consensus

martedì 19 gennaio 2010 15:36
 

(Riscrive parzialmente con commento titolo)

NEW YORK, 19 gennaio (Reuters) - Citigroup (C.N: Quotazione) ha chiuso il quarto trimestre con una perdita di 7,6 miliardi di dollari segnata dagli oneri per il rimborso ottenuti dal governo con il programma Tarp.

La perdita per azione, pari 0,33 dollari per azione, è in linea con il consensus Thomson Reuters I/B/E/S e si confronta con i -3,4 dollari per azione (-17,3 miliardi complessivi) di un anno prima.

Anche le perdite su crediti sono scese rispetto al terzo trimestre, ma altri dati sul credito appaiono meno positivi e si scontrano con le attese del mercato, che sperava di vedere segnali chiari che il peggio in questo ambito fosse ormai alle spalle. Così il titolo, in lieve rialzo immediatamente dopo i risultati nel preborsa, ha invertito la tendenza. Nei primi scambi dopo l'apertura cede l'1,75%.

"E' evidente che c'è ancora molto lavoro da fare", dice Gary Townsend, AD di Hill-Townsend Capital a Chevy Chase, Maryland.

La perdita per azione del trimestre, al netto dell'effetto del rimborso dei fondi Tarp e di altre poste, ammonta a 0,06 dollari.

Nel quarto trimestre la banca ha accantonato 8,2 miliardi di dollari per coprire crediti a rischio e altre perdite, il 36% in meno del corrispondente trimestre 2008.

Citigroup è il secondo colosso bancario Usa a diffondere i dati trimestrali: JP Morgan (JPM.N: Quotazione) ha annunciato la scorsa settimana un utile di 3,3 miliardi, grazie al contributo dei ricavi da trading nel reddito fisso, ma ha subìto forti perdite nel settore mutui e carte di credito che hanno deluso molti investitori.

Citigroup ha detto che resta prudente e che terrà monitorato l'impatto degli sforzi di riduzione delle perdite; continua per altro a vedere segnali di stabilizzazione o miglioramento del credito, soprattutto in Asia e in America Latina.