Abi stima crescita 27% sofferenze nette banche 2010 - Sabatini

venerdì 18 dicembre 2009 12:42
 

ROMA, 18 dicembre (Reuters) - L'Abi stima che nel 2010 le sofferenze delle banche italiane al netto delle svalutazioni registrino una ulteriore crescita annua del 27% dopo il +34,5% atteso per fine anno. Nel 2011 l'aumento delle sofferenze dovrebbe rallentare al 9%.

Lo ha reso noto il direttore generale dell'Abi Giovanni Sabatini nel corso di un convegno Dexia.

L'utile netto del sistema, sempre nel 2010, dovrebbe aumentare del 9% dopo il calo del 45% atteso per il 2009.

Il Roe, che nel 2008 è stato pari al 4,4%, è previsto scendere quest'anno e il prossimo al 2,4% per poi risalire nel 2011 al 3,6%.