Iberia e BA discutono deficit da 3 mld sterline su pensioni

venerdì 13 novembre 2009 13:11
 

MADRID, 13 novembre (Reuters) - Per considerare definitivamente concluso l'accordo di fusione con British Airways BAY.L, Iberia IBLA.MI vuole chiarire come verrà affrontata la questione del deficit da 3 miliardi di sterline sul fondo pensioni del vettore inglese.

Lo fa sapere la compagnia aerea spagnola, aggiungendo che pur essendo arrivati il via libera dei due Cda ieri in serata, Iberia intende riservarsi il diritto di recedere se il buco nello schema pensionistico del parner inglese si rivelasse dannoso.

Il presidente di Iberia, Antonio Vazquez, ha spiegato inoltre che a prescindere dall'operazione, le condizioni del business rimarranno difficili ma che confida che gli attuali azionisti restino a bordo nella nuova compagnia, il cui potenziale mercato varrebbe fino a 7 miliardi di dollari.

Questa mattina Iberia ha inoltre comunicato la propria trimestrale, registrando nei primi 9 mesi dell'anno una perdita netta di 181,9 milioni di euro rispetto a un profitto di 51,1 milioni lo scorso anno.

La società ha poi reso noto che a ottobre, i passeggeri sono calati del 5% rispetto all'ottobre 2008, ma il suo fattore di carico è migliorato all'80,6%.

La compagnia dovrebbe lanciare nel 2010 la Ipo della controllata Amadeus, di cui prevede di offrire il 30%, mentre il presidente Vasquez ha espresso fiducia che non sia necessario fare un'opa totalitaria su Vueling VULG.MC, di cui oggi Iberia è già maggior azionista.