PUNTO 1 - Tod's, risultati positivi per broker ma timori su 2009

giovedì 13 novembre 2008 11:52
 

(riscrive con dettagli da studi di ricerca)

MILANO, 13 novembre (Reuters) - Il titolo Tod's (TOD.MI: Quotazione) si muove debolmente a Piazza Affari, in un mercato che nel suo complesso tenta il rimbalzo dopo le perdite della vigilia.

Ieri il gruppo del lusso - tra i marchi oltre a Tod's anche Hogan, Fay e Roger Vivier - ha annunciato risultati sostanzialmente positivi, secondo diverse ricerche, in alcuni casi anche superiori al consensus, ma rimane l'incertezza per i prossimi mesi.

Nei nove mesi Tod's ha riportato una crescita dell'Ebitda a 128,8 milioni di euro da 113,6 milioni di un anno prima. I ricavi sono migliorati a 549,7 da 499,9 milioni, l'Ebit è passato a 108,2 da 95,7 milioni.

Gli analisti, che hanno potuto ascoltare la conference call sui risultati, riportano una stima, fornita dalla società, per le vendite 2008 "rivista al ribasso", scrive Oddo Securities, a +7-9% dal precedente +9%, mentre rimane stabile l'attesa di "margini operativi stabili", una stima ora "molto impegnativa".

Per il prossimo anno la previsione, sempre secondo la società, sarebbe di un miglioramento a singola cifra delle vendite.

Tod's in conference call ha anche fornito la previsione di investimenti, 40 milioni per l'intero 2008, che saranno dimezzati, 20 milioni quindi, per il prossimo anno.

Citigroup ritiene che i risultati dei nove mesi siano superiori alle attese ma "l'outlook di Tod's riflette un quadro fosco in termini di consumi". I broker ha tagliato il target price a 36,2 da 42,5 euro, confermando "hold", come conseguenza del cambio di stime e di un maggiore profilo di rischio". Citi ha infatti tagliato del 2% le stime di vendite per l'anno in corso e del 6% circa nel 2009-2010.

Dati sopra le stime anche per Ubs che però taglia il target price a 37,7 da 40,5, con conferma di "neutral", e si dice cauto sul 2009. Ubs prevede una "profonda recessione nel 2009, con grande incertezza circa l'evoluzione delle vendite nel 2009 che potrebbe compromettere lo sviluppo positivo dei margini operativi del gruppo negli ultimi trimestri".   Continua...