UniCredit, utile trim1 a 447 mln centra attese, ricavi +1,8%

mercoledì 13 maggio 2009 07:55
 

MILANO, 13 maggio (Reuters) - UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) ha chiuso il primo trimestre 2009 con un utile netto di pertinenza di 447 milioni, perfettamente in linea con il consensus di 26 analisti pubblicato sul sito web della banca ma in netto calo rispetto al dato di un anno prima di poco più di un miliardo.

L'istituto al 31 marzo aveva un Core Tier 1 al 6,38%, dal 6,5% di dicembre 2008, calcolato senza l'impatto dei bond governativi, dice una nota.

Il risultato di gestione cresce nel trimestre su base annua del 27,3% a 2,74 miliardi grazie a maggiori ricavi e al contenimento dei costi.

Il margine di intermediazione, infatti, è in progresso dell'1,8% a 6,562 miliardi con interessi netti per 4,65 miliardi (+4,2%), un risultato del trading negativo per 93 milioni ma in netto progresso rispetto al rosso di 683 milioni di un anno prima e commissioni nette di 1,846 miliardi (in calo da 2,46 miliardi).

Il risultato di gestione della divisione MIB è tornato positivo per 367 milioni contro il dato negativo di 690 milioni del primo trimestre.

Il cost/income scende al 58,2% con un calo di 6 punti percentuali rispetto a un anno prima.

Le rettifiche nette su crediti e accantonamenti per garanzie e impegni sono state pari a 1,65 miliardi (+1,4% rispetto al quarto trimestre) con un costo del rischio sostanzialmente stabile a 109 punti base.