3 Italia, ricavi sem1 a 833 mnl euro (-6%), punta su banda larga

giovedì 13 agosto 2009 11:36
 

MILANO, 13 agosto (Reuters) - L'azienda di telefonia mobile 3 Italia, controllata del gruppo internazionale Hutchison Whampoa Limited 0013.HK, ha pubblicato oggi i risultati per il primo semestre 2009.

Il gruppo registra un fatturato pari a 833,1 milioni di euro, in calo del 6% rispetto al primo semestre 2008. L'azienda, si legge in una nota, giudica il risultato come "una riduzione contenuta e in linea con il trend di mercato, per effetto della riduzione delle tariffe di terminazione e dell'aumentata pressione competitiva, oltre che degli effetti della congiuntura economica negativa".

Il gruppo ha però buone speranze per il secondo semestre dell'anno, dove "conta di beneficiare ulteriormente del perfezionamento della propria struttura dei costi e dell'incremento dei ricavi legato al boom della banda larga mobile".

L'Arpu è stato pari a 24,23 euro, in calo del 4% su dicembre 2008.

Le perdite ante imposte e interessi segnano una riduzione del 20% sul primo semestre 2008.

Raddoppia il traffico dati, passando dai 20 Terabyte al giorno di fine 2008 ai 40 Terabyte di luglio 2009.

Aumenta infine il numero dei clienti del gruppo, che, come spiega la nota, mira a espandere la propria clientela ad alto valore. Al 12 agosto i clienti italiani raggiungono quota 8,931 milioni.

Il numero degli utenti abilitati alla connessione internet in banda larga mobile passa a 833 mila, con un balzo in avanti pari a +319% rispetto a giugno 2008. In crescita anche gli abbonamenti, che salgono del 37% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Per continuare l'espansione nel settore della banda larga mobile, 3 Italia ha da poco rinnovato un accordo con Ericsson per lo sviluppo della banda stessa, mentre ha siglato un accordo con Telecom Italia per la condivisione dei siti d'accesso alla rete radiomobile.