13 febbraio 2009 / 15:09 / 9 anni fa

PUNTO 1 - Brembo, trim4 chiude in rosso, prosegue taglio costi

(Aggiunge dettagli da comunicato, andamento titolo)

MILANO, 13 febbraio (Reuters) - Brembo (BRBI.MI) ha chiuso il quarto trimestre del 2008 con una perdita netta di 3,7 milioni di euro da un utile di 21,4 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente, facendo scendere del 35,2% il risultato dell'intero esercizio a quota 39,4 milioni.

Lo dice un comunicato del noto marchio di freni, spiegando che il trimestre di riferimento è stato segnato da una "significativa diminuzione" della domanda che ha portato la maggior parte delle case automobilistiche a lunghi periodi di chiusura a cavallo di Natale.

Dopo l'annuncio dei risultati il titolo ha annullato i precedenti guadagni passando in territorio negativo. Attorno alle 16,00 Brembo registra un calo dello 0,15% a 3,38 euro, sotto i massimi di giornata di 3,5 euro. Prima dei dati il titolo viaggiava in rialzo del 2% circa.

Il Mol nel trimestre è in calo del 27,2% a 27,4 milioni, mentre il margine operativo netto è di 8,1 milioni, in calo del 65,1%.

I ricavi sono scesi del 3,4% a 230,9 milioni consolidando anche il fatturato delle società acquisite recentemente. A parità di perimetro di consolidamento il dato avrebbe mostrato una flessione del 12,9%.

Sul fatturato pesa principalmente il calo in Brasile e nei mercato europei, soprattutto nel Regno Unito, a fronte di progressi nei paesi Nafta e Asia, grazie alle ultime acquisizioni.

RIDUZIONE COSTI IN 2009 PER 30-40 MILIONI

In un contesto di mercato dell'auto privo di segnali di ripresa e che vede una consistente riduzione dei livelli produttivi della maggior parte delle case automobilistiche, la società bergamasca prosegue nel 2009 le misure straordinarie di tagli dei costi concentrati principalmente in Europa e nell'area Nafta per un ammontare di circa 30-40 milioni di euro.

In particolare la società punta "al contenimento di tutti i costi non correlati alle vendite, alla riduzione delle rimanenze, ad assicurare il rispetto dei termini di pagamenti da parte dei clienti e al controllo degli investimenti".

Secondo i dati della Fim-Cisl Lombardia esposti a fine gennaio nel corso della presentazione dell'indagine congiuntrale, durante il secondo semestre del 2008 è stata avviata la cassa integrazione per 900 lavoratori in tre stabilimenti.

In Italia, inoltre, è partita "la procedura per l'estensione del ricorso alla cassa integrazione guadagni ordinaria, a partire dal prossimo mese di marzo, anche a tutto il personale impiegatizio", spiega la società nella nota.

Tornando ai risultati dell'intero 2008, i ricavi netti mostrano complessivamente una crescita del 16,3%, a circa 1 miliardo di euro, rispetto al 2007.

Il Mol si attesta a 142,1 milioni (+3,8%), mentre il margine operativo netto è in calo dell'11,9% a 78,1 milioni di euro

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below