PUNTO 1 - Auto Europa, immatricolazioni gennaio -27%, Fiat -26%

venerdì 13 febbraio 2009 09:45
 

(Aggiunge dettagli)

MILANO, 12 febbraio (Reuters) - Le immatricolazioni di nuove auto in Europa (EU27+ EFTA) sono scese a gennaio del 27% a 958.517 veicoli, mostrando un calo per il nono mese consecutivo, secondo i dati Acea.

Il gruppo Fiat FIA.MI ha registrato una flessione del 26% su anno (83.245 veicoli), con una quota di mercato salita all'8,7% dall'8,6% di gennaio 2008. A dicembre la quota di mercato del gruppo torinese era del 7,7%.

La flessione delle immatricolazioni nel mese passato coinvolge tutti i marchi ad eccezione di Jaguar (Tata Motor (TAMO.BO: Quotazione)) che ha registrato la maggiore crescita rispetto all'anno scorso.

Nel primo mese di un anno che è da tutti atteso come il peggiore dalla Seconda Guerra Mondiale per il mercato mondiale dell'auto nei principali paesi industrializzati, Volkswagen (VOWG.DE: Quotazione) e Ford (F.N: Quotazione) hanno visto crescere le loro quote di mercato in Europa mentre la crisi ha colpito in particolare modo Toyota (7203.T: Quotazione), Renault (RENA.PA: Quotazione) e GM (GM.N: Quotazione).

Nonostante i marchi Audi e VW abbiano visto un calo della domanda rispettivamente del 6 e del 19% il gruppo Volkswagen ha complessivamente aumentato la propria quota di mercato al 20,8% dal 19%.

Solamente il gruppo Ford, tra i marchi più stabili per volumi, è stata in grado di competere portando la propria quota al 10,7% dal 10%. Il brand Toyota ha riportato un calo del 31% lo scorso mese, mentre peggio ha fatto il marchio del gruppo giapponese Lexus che ha quasi dimezzato le immatricolazioni.

Maggiori problemi per GM che ha visto il suo marchio principale Opel/Vauxhall scendere del 35% riducendo la quota di mercato del gruppo all'8,4 dal 9,5%.