Swisscom, trimestre in calo poco sotto attese, conferma target

mercoledì 13 agosto 2008 09:22
 

ZURIGO, 13 agosto (Reuters) - Swisscom SCMN.VX ha registrato nel secondo trimestre un calo del 13% l'utile netto, leggermente al di sotto delle previsioni, a causa di un accantonamento straordinario per chiusura di contratti leasing.

Il gruppo ha tuttavia confermato le proprie previsioni per il 2008 di 12,3 miliardi di franchi svizzeri di ricavi e un reddito operativo di 4,8 miliardi di franchi.

L'utile netto è sceso a 412 milioni, mentre i ricavi sono in aumento del 12,5% rispetto all'analogo periodo dell'anno scorso, a 3,06 miliardi, sulla spinta dell'acquisizione dell'italiana Fastweb FWB.MI. Quest'ultima ha registrato nel secondo trimestre un utile netto di 25,9 milioni di euro.

La società telefonica svizzera ha annunciato anche i risultati del primo semestre. L'utile netto, inferiore alle attese, è stato di 846 milioni di franchi svizzeri, in calo del 10,3% rispetto ai 936 milioni nell'analogo periodo dell'anno scorso.

L'Ebitda è aumentato del 18,9% a 2,427 miliardi contro i 2,042 miliardi dell'anno scorso mentre le vendite nette sono salite del 17,6% a 5,991 miliardi, contro 5,094 miliardi, ha precisato l'operatore telefonico in una nota.

L'estinzione anticipata di circa il 75% dei contratti di leasing a lungo termine ha pesato sul reddito netto per 99 milioni, mentre le vendite hanno beneficiato dell'integrazione con Fastweb.

Per l'esercizio in corso il gigante tlc ha confermato le sue previsioni e si è detto fiducioso che i dividendi saranno nella parte alta della forchetta che oscilla tra 2,4 e 2,5 miliardi di franchi.

L'amministratore delegato di Swisscom, Carsten Schloter, ha aggiunto di non vedere al momento alcuna opportunità di acquisizione in Italia per la società telefonica.

Quest'anno le azioni di Swisscom hanno perso il 18%, realizzando un risultato peggiore dell'indice europeo del settore .

Alle 9,15 il titolo perde lo 0,62% a 358,25 franchi svizzeri mentre l'italiana Fastweb cala dell'1,58% a 21,21 euro.