Camfin, intesa con banche su debito, aumento capitale da 100 mln

venerdì 12 giugno 2009 18:26
 

MILANO, 12 giugno (Reuters) - Il Cda di Camfin CAMI.MI, la holding a monte di Pirelli PECI.MI, ha raggiunto un'intesa con le banche finanziatrici per il riscadenzamento del debito consolidato del gruppo, destinato al rafforzamento patrimoniale e finanziario, secondo un comunicato.

Nel dettaglio, l'accordo prevede un aumento di capitale per un importo complessivo di 100 milioni di euro, di cui 70 milioni in azioni entro dicembre 2009 e 30 milioni in warrant esercitabili nel 2011.

Verrà, inoltre, erogato un nuovo finanziamento per un importo complessivo pari a 420 milioni di euro, che sostituisce quelli in essere, a seguito dell'avvenuta esecuzione dell'aumento di capitale.

Il terzo aspetto dell'intesa prevede che sino "all'erogazione del nuovo finanziamento e al più tardi al 31 dicembre 2009 le banche finanziatrici non esigeranno il pagamento delle rate capitale in scadenza dei finanziamenti in essere e manterranno operative le linee di credito in essere (standstill)", spiega il comunicato.

Il socio di controllo Gpi e un consorzio di banche garantiranno integralmente la sottoscrizione dell'aumento.

Per il testo integrale del comunicato cliccare su: [ID:nBIA12820]