PUNTO 1 - Enel, Ebitda trim1 2009 a 3,850 mld (+14,1%)

martedì 12 maggio 2009 17:26
 

(aggiunge andamento ricavi e in coda commento di ad su andamento società)

ROMA, 12 maggio (Reuters) - Il consiglio di amministrazione di Enel (ENEI.MI: Quotazione) ha approvato i risultati del primo trimestre dell'anno che si è chiuso con un utile di 1,908 miliardi di euro in crescita del 101% sullo stesso periodo del 2008 anche grazie a partite straordinarie per 970 milioni. L'indebitamento al 31 marzo era pari a 50,831 miliardi.

Lo si legge in una nota della società.

L'utile include per 970 milioni di euro (110 milioni di euro nel primo trimestre 2008) "i proventi riferiti alla variazione di fair value della put option concessa da Enel ad Acciona", spiega Enel. "La variazione di fair value della put option del primo trimestre riflette le aspettative di esercizio anticipato della opzione stessa in base all'accordo, siglato il 20 febbraio 2009, per l'acquisizione della partecipazione del 25,01% posseduta da Acciona in Endesa".

Il mol dei primi 3 mesi del 2009 è stato pari a 3,850 miliardi rispetto ai 3,374 miliardi del primo trimestre 2008, registrando un incremento di 476 milioni di euro (+14,1%) "prevalentemente riconducibile alla crescita della divisione generazione ed energy management e delle attività all'estero".

Un sondaggio condotto con 14 analisti aveva indicato un Ebitda a 3,628 miliardi.

Il risultato operativo si attesta a 2,740 miliardi, in aumento di 560 milioni di euro (+25,7%) rispetto a 2,180 miliardi.

Sull'andamento dell'Ebit pesa "la rilevazione nel primo trimestre 2008 della perdita di valore, per 168 milioni di euro, delle attività nette del Gruppo Viesgo cedute a E.On nel mese di giugno 2008".   Continua...