Unipol, stabile raccolta '08 ma crisi peserà, rivede target '09

giovedì 12 febbraio 2009 19:06
 

MILANO, 12 febbraio (Reuters) - Il gruppo Unipol (UNPI.MI: Quotazione) chiude il 2008 con una raccolta assicurativa sostanzialmente stabile (+0,3%) a 7,876 miliardi di euro ma avverte che la crisi è destinata incidere significativamente sui risultati per l'esercizio passato e spinge a rivedere i target 2009. A sostenere i premi è stato soprattutto il ramo danni che ha visto nel 2008 una crescita dell'1,6% su anno a 4,357 miliardi di euro. Nel comparto vita invece la raccolta 2008 è stata di 3,519 miliardi di euro, in calo dell'1,2% su anno. "Gli effetti dello straordinario contesto economico e finanziario attuale incidono significativamente sui risultati economici del Gruppo per l'esercizio 2008 e sui target in fase di definizione per l'anno in corso", che sostituiranno i precedenti, non più attuali a causa del mutato contesto economico, si legge in una nota.

Il gruppo stima una posizione di solvibilità consolidata al 31 dicembre pari ad almeno 1,3 volte i minimi regolamentari.

Il cda esaminerà i conti 2008 il 19 marzo.

Per leggere il comunicato integrale della società i clienti Reuters possono cliccare su [nBIA12407].