Renault, in drastico calo utile 2008, vede 2009 peggiore

giovedì 12 febbraio 2009 09:36
 

PARIGI, 12 febbraio (Reuters) - Renault (RENA.PA: Quotazione) ha chiuso il 2008 con un utile in netto calo a causa di una "crisi finanziaria ed economica di imponenti proporzioni" e ha ritirato i target per il 2009 sulla prosepttiva di un mercato in ulteriore peggioramento.

Gli obiettivi per quest'anno in termini di volumi e margine operativo "non sono più raggiungibili", ha detto la casa automobilistica sottolineando che fino a fine anno si concentrerà nella riduzione delle scorte per altri 800 milioni-1 miliardo di euro.

Nel 2008 l'utile netto, aiutato dai contributi dei partner Nissan (7201.T: Quotazione) e Volvo (VOLVb.ST: Quotazione), è sceso a 599 milioni da 2,734 miliardi di euro nel 2007. L'Ebitda è calato a 212 milioni da 1,3 miliardi, sotto le previsioni di Reuters Estimates di 794,43 milioni.

Il secondo produttore di auto francese ha però superato il target di riduzione dei veicoli non venduti grazie a un intenso taglio della produzione.

Le vendite sono scese nell'esercizio del 7% su base omogenea a 37,791 miliardi contro attese, secondo Reuters Estimates, di 38,858 miliardi.

Il gruppo ha ribadito la sua politica di riduzione dei costi fissi per il 2009 e l'intenzione di "rafforzar le sinergie operative" con l'alleata Nissan Motor.

Sul fronte occupazionale, Renault ha detto che sono congelate nuove assunzioni e che 5.300 dipendenti hanno aderito a un piano di esodo volontario.

Alle 9,30 italiane il titolo tratta a 16,60 euro, in rialzo di 0,3850.