PUNTO 3-Ubi,utile 9 mesi +18,2%,vede Core Tier 1 2008 sopra 6,5%

mercoledì 12 novembre 2008 11:46
 

(aggiunge dettagli su dividendo al paragrafo 5)

MILANO, 12 novembre (Reuters) - Ubi Banca (UBI.MI: Quotazione) ha archiviato i primi nove mesi con un utile netto in crescita del 18,2% a 620 milioni di euro e rinviato l'aggiornamento del piano industriale alla prima metà dell'anno prossimo in attesa che i mercati si stabilizzino.

In una nota l'istituto ha detto che il Core Tier 1 si è attestato al 7,02% e il Tier 1 al 7,59% al 30 giugno.

Il Core Tier 1 è rimasto ancora sopra il 7% a fine settembre e potrebbe attestarsi "al di sopra dell'obiettivo del 6,5% indicato dal piano industriale per il 2008 a seguito dell'acquisto degli sportelli" in Liguria da Intesa SanPaolo (ISP.MI: Quotazione) e "anche nel caso di impairment delle partecipazioni" che rientrano negli asset disponibili per la vendita e di "distribuzione del dividendo previsto dal piano industriale".

La nota ricorda, tuttavia, che "le proposte relative al dividendo potranno essere definite soltanto in sede di approvazione del progetto di bilancio".

Dalla banca, infatti, fanno sapere che qualsiasi decisione relativa alla cedola potrà essere presa solo dopo la chiusura dell'esercizio e una volta chiarite le misure di sostegno del governo.

Il risultato della gestione operativa è passato nel periodo a 1.300,6 milioni da 1.427,8 milioni con un margine di interesse in incremento del 12,1% a 2.203,6 milioni e un risultato della finanza complessivamente inferiore di circa 129 milioni rispetto al dato a settembre 2007 "essenzialmente a fronte del mark to market dei titoli in portafoglio".

L'istituto ricorda infine che il processo di integrazione procede in anticipo rispetto al programma - con sinergie che ammontano nel periodo a 92 milioni rispetto agli 81 milioni attesi - e dovrebbe risultare completato all'85% a fine anno rispetto all'80% previsto nel piano industriale.

Stamane a metà seduta la banca è di poco positiva in borsa (+0,08% a 12,04 euro) in linea con l'apertura ma sottoperformando l'indice S&P/Mib in rialzo di 0,8%.