CONTI TRIM1-Intesa, netto a 450 mln, occhi a sorprese da trading

martedì 12 maggio 2009 11:11
 

MILANO, 12 maggio (Reuters) - Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) dovrebbe aver chiuso il primo trimestre del 2009 con un utile netto intorno ai 450 milioni di euro, in netto calo rispetto al dato di un anno prima pari a 1,7 miliardi.

A fronte di un calo atteso del margine di interesse e delle commissioni, si dovrebbe registrare invece un buon andamento dell'attività di trading, costi in diminuzione e accantonamenti migliori rispetto agli ultimi tre mesi del 2008, secondo un gruppo di nove analisti sentiti da Reuters.

Tuttavia alcuni analisti, sulla scorta dei risultati trimestrali di alcune banche commerciali europee e della stessa UBI Banca (UBI.MI: Quotazione), non escludono che il risultato del trading possa essere ancora migliore delle aspettative e quindi avere un impatto positivo sull'utile netto.

"Per alcune banche commerciali europee il trading income ha stupito in positivo", spiega infatti un analista.

Un secondo spiega che con un trading income in linea con il trend osservato su altre banche europee per il primo trimestre la sua stima sull'utile netto si sposterebbe da poco meno di 500 milioni fino a 750-850 milioni di euro.

Qualche sorpresa positiva potrebbe arrivare poi dagli accantonamenti su crediti, sempre sulla base dei dati già annunciati da altre banche europee. "In questo caso però l'indicazione è meno chiara: per alcune gli accantonamenti sono stati migliori, per altre peggiori", sottolinea l'analista.

Cinque analisti, tra quelli interpellati, indicano in media un volume degli accantonamenti di 920 milioni di euro.

Sul fronte operativo "il margine di interesse dovrebbe soffrire rispetto al quarto trimestre della compressione dello spread sui depositi in italia, mentre impieghi più bassi dovrebbero avere un impatto negativo sulle commissioni" si legge in un report di KBW datato 30 aprile.

Intesa Sanpaolo annuncerà i conti del primo trimestre il 14 maggio.   Continua...