11 novembre 2008 / 19:27 / 9 anni fa

PUNTO 1-Mediaset, cala utile 9 mesi, difficile 2008 in crescita

(Aggiunge dettagli da nota e dichiarazioni da conference call)

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Mediaset (MS.MI) chiude i primi nove mesi con utili in calo e ricavi in crescita, in linea con le attese degli analisti, e avverte che potrebbe essere difficile chiudere il 2008 con un risultato netto in crescita.

Resta comunque confermata la cedola sull'esercizio.

Nei nove mesi, si legge in una nota, l'utile netto di competenza del gruppo è sceso a 355,8 milioni di euro rispetto ai 372,3 milioni dello stesso periodo 2007; un sondaggio Reuters tra 10 analisti aveva previsto in media un risultato di 354 milioni.

I ricavi netti consolidati sono saliti del 7,6% a 3.029,5 milioni (3.032 il consensus Reuters), l'Ebit è sceso a a 703,9 milioni da 787,8 milioni (697 mln le attese degli analisti); la variazione, spiega la nota, è in parte imputabile ai benefici di proventi non ricorrenti per 23 milioni nel 2007 legati alle modifiche legislative sulla destinazione del TFR.

Per quanto riguarda la Pay Tv in Italia (Mediaset Premium), i ricavi totali hanno raggiunto i 269,5 milioni di euro con una crescita dell'89%, le carte attive al 30 settembre sono pari a circa 2,5 milioni rispetto ai circa 1,6 milioni dei primi nove mesi del 2007. Nel corso della conference call che ha seguito la diffusione dei risultati i manager hanno confermato gli obiettivi 2008.

UTILE 2008 IN PROBABILE CALO, RACCOLTA ITALIA POSITIVA

I ricavi pubblicitari televisivi lordi in Italia hanno raggiuto nei nove mesi i 2.043,2 milioni di euro con un incremento del 2%; nei 10 mesi la raccolta segna un incremento dell'1,6%.

"Nonostante le condizioni estremamente incerte del mercato, l'andamento della raccolta pubblicitaria negli ultimi due mesi dell'esercizio dovrebbe determinare il conseguimento su base annua di un risultato positivo rispetto a quello del 2007", dice la nota. Le cose andranno diversamente in Spagna, dove "le condizioni del mercato pubblicitario, già difficili nel corso della parte centrale dell'esercizio, determineranno una riduzione della raccolta pubblicitaria anche nell'ultimo trimestre dell'esercizio".

Mediaset conclude che "pur in presenza di un tasso di crescita estremamente contenuto dei costi televisivi", è "difficile il conseguimento di un risultato netto consolidato per il 2008 superiore rispetto a quello registrato nel 2007".

DIVIDENDO STABILE

Mediaset manterrà comunque invariato il dividendo sull'esercizio 2008. "Il free cash flow sarà uguale quest'anno, il dividendo sarà lo stesso, non vedo ragioni per cambiare", ha detto il Cfo Marco Giordani nel corso della conference call.

VISIBILITA' RIDOTTA, MA GRUPPO SA AFFRONTARE CRISI

La raccolta pubblicitaria dei nove mesi in Italia è, secondo il direttore generale di Publitalia Luigi Colombo, "unica" nel panorama europeo e rispetto al mercato pubblicitario italiano; per il calo di ottobre nota che bisogna tenere conto di un confronto su anno difficile e di un contesto molto debole.

"Novembre sembra più difficile di ottobre, stiamo cercando di aumentare la quota di mercato e limitare il più possibile il calo, per dicembre è troppo presto fare previsioni", ha detto nel corso della conference.

"Se però guardiamo alle crisi passate - ha sottolineato - Publitalia ha saputo aumentare la sua quota di mercato, ho fiducia che possa accadere ancora", ha continuato il manager spiegando che "nei periodi di crisi le persone stanno più a casa e guardano di più la tv; e la TV commerciale è il mezzo migliore per gli investimenti pubblicitari".

A trainare la ripresa saranno, secondo Colombo, il settore energia, per il quale è attesa una nuova campagna per l'inizio del 2009, e quello finanziario, che "dovrà ricostruire un rapporto con il pubblico" dopo l'attuale crisi di fiducia.

DIGITAL+ UNA OPPORTUNITA', NO COMMENT SU ITV

Poche parole sui dossier aperti: su Digital+ il Cfo ha detto che "è una opportunità per Telecinco" (TL5.MC), perchè in Spagna come in Italia la pay Tv rappresenta nel medio-lungo termine un'opzione strategica rispetto alla Tv tradizionale che "è un mercato più maturo".

Nessun commento invece su Itv (ITV.L), che il gruppo a settembre aveva indicato come uno dei diversi dossier aperti per eventuali acquisizioni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below