PUNTO 1 - Campari, utile 9 mesi a 133,7 mln (+14,8%), titolo +6%

mercoledì 11 novembre 2009 13:54
 

(aggiunge dettagli da nota e da conference call)

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Campari (CPRI.MI: Quotazione) ha chiuso i primi nove mesi dell'anno con un utile ante imposte di 133,7 milioni di euro, un incremento del 14,8% rispetto allo stesso periodo del 2008.

Crescono anche l'Ebitda, prima di oneri e proventi non ricorrenti, a 177,8 milioni (+21%) e il fatturato a 696,5 milioni (+7,2%, 1,3% la variazione organica). I risultati sono stati definiti "molto positivi" e hanno tratto beneficio dal ritorno alla crescita organica nel terzo trimestre e dal positivo impatto delle acquisizioni.

Le acquisizioni di Wild Turkey e di Odessa hanno pesato sull'indebitamento, salito a fine settembre a 647,5 milioni, da 326,2 milioni al 31 dicembre corso. Ci sono stati anche accantonamenti per potenziali put option ed 'earn out' su minoranza per 22,6 milioni.

Riguardo all'outlook, l'AD Bob Kunze-Concewitz ha sottolineato nel corso della conference call che "l'andamento del business nei mercati sviluppati riflettere meglio il trend positivo in termini di consumi nei brand chiavi del gruppo".

Riguardo al quarto trimestre, il manager ha spiegato che esiste una base di confronto favorevole, in rapporto all'ultimo trimestre 2008, "anche se rimane ancora fragile il contesto economico". Inoltre, prosegue l'impatto negativo del deprezzamento del dollaro nei confronti dell'euro.

La società non è interessata a importanti operazioni di acquisizione, dopo le recenti operazioni, "siamo probabilmente focalizzati sulle sinergie".

In attenuazione il fenomeno di riduzione delle scorte nei principali mercati di riferimento di Campari, anche se "una certa pressione persiste nei mercati emergenti, come Brasile e Russia".   Continua...