Usa, deficit commercio luglio a 62,20 mld dlr, sopra consensus

giovedì 11 settembre 2008 15:45
 

NEW YORK (Reuters) - Il deficit al commercio Usa è cresciuto nel mese di luglio arrivando a 62,20 miliardi di dollari, superando il consensus che si attestava a 58 miliardi e toccando il massimo da marzo 2007.

Il deficit di giugno è stato rivisto a 58,84 da 56,77 miliardi di dollari.

Il rialzo è stato favorito dai volumi del greggio importato che hanno toccato il record degli ultimi quattro anni, in crescita del 15% a 342 milioni di barili, la quantità più alta da giugno 2004. Le importazioni del petrolio sono costate agli Usa 51,4 miliardi di dollari, una spesa incrementata dal crescente prezzo dell'oro nero che in luglio ha avuto un rialzo del 6,4% su mese, con un massimo a 124,66 dollari/barile (+90,1% rispetto allo stesso periodo 2007).

Rialzo anche per l'import in generale, cresciuto del 3,9% a 230,35 miliardi di dollari rispetto a giugno, quando l'aumento era stato più contenuto (+2,1%). L'export di luglio è cresciuto del 3,3% dopo il +3,7% di giugno, salendo a 168,15 miliardi di dollari.