Cisco potrebbe tagliare fino a 2.000 posti di lavoro - analista

venerdì 10 luglio 2009 15:34
 

NEW YORK; 10 luglio (Reuters) - Cisco (CSCO.O: Quotazione) potrebbe tagliare tra 1.500 e 2.000 posto di lavoro, secondo un rapporto dell'analista di Thomas Weisel, Hasan Imam. Un portavoce della leader del traffico internet non è stato immediatamente raggiungibile per commentare l'analisi, in cui si legge anche che la società potrebbe superare il suo piano di riduzione dei costi per 1 milardo di euro grazie ai tagli. "Le nostre verifiche mostrano che Cisco sta gestendo in maniera aggressiva le spese mentre il managment si orienta verso la riduzione", sostiene Imam.

Oltre alla riduzione di spese come quelle sui viaggi di lavoro e su remunerazioni variabili, aggiunge l'analista, Cisco potrebbe prevedere "ulteriori tagli, tra cui la riduzione di 1.500-2.000 addetti".

"I tagli al personale, da soli, porteranno ad una diminuzione delle spese operative di Cisco di 200-250 milioni di dollari su anno, rafforzando la nostra convinzione che il managment supererà la sua attuale previsione di un taglio di spese di circa 1 milardo di dollari all'anno".

Iman si aspetta anche che i risultati del trimestre che verranno diffusi a luglio superino le attese. "Le nostre verifiche presso i distributori evidenziano un aumento degli ordini da parte dei componentisti e dei produttori su contratto, segnale di stabilizzazione e crescita per il fatturato Cisco", ha detto.

Imam ha anche alzato le sue stime di utile per azione sul 2010 a 1,44 dollari su un fatturato di 35,82 miliardi, contro un precedente 1,41 dollari e 34,88 miliardi.

Cisco ha appena aperto a Wall Street in rialzo di 0,7% a 18,30 dollari mentre il Nasdaq 100 avanza di circa 0,2%.