Lusso soffre sulle borse europee, pesano dati,commenti Richemont

mercoledì 10 settembre 2008 13:03
 

10 settembre (Reuters) - Il lusso soffre sui diversi mercati azionari europei, sulla scia dei risultati della svizzera Richemont CFR.VX e dei timori sull'andamento del business negli Stati uniti.

In Italia le vendite colpiscono Bulgari BULG.MI, poco prima delle 13 in calo di quasi il 2%, e Luxottica (LUX.MI: Quotazione) (-3,7%). Entrambi i gruppi del lusso realizzano parte del fatturato in dollari sul mercato Usa.

Lettera marcata anche su Tod's (TOD.MI: Quotazione), Damiani (DMN.MI: Quotazione). Sulle altre piazze, Lvmh (LVMH.PA: Quotazione) cede il 2%, Ppr (PRTP.PA: Quotazione) quasi il 3%, Hermes (HRMS.PA: Quotazione) oltre il 2%.

Richemont ha realizzato nei mesi tra aprile e agosto vendite in aumento dell'11% ai tassi di cambio attuali, leggermente meglio delle previsioni degli analisti di un incremento del 10%. La maison si dice non immune alle difficoltà delle economie ma ritiene di essere meglio posizionata rispetto ad altri concorrenti.

Il gruppo del lusso - che riunisce tra i vari marchi Cartier nei gioielli e Piaget negli orologi - vede in particolare segnali di rallentamento sul mercato statunitense, secondo quanto dichiarato in una nota dal presidente Johann Rupert. Il titolo a Zurigo è in calo di oltre il 4%.

"I risultati non sono brutti ma neppure buoni e l'avvertimento riguardo al mercato Usa non è certo rassicurante", commenta un operatore.