Mps, a gennaio impieghi crescono 5%, bene anche raccolta - Vigni

martedì 10 febbraio 2009 16:32
 

MILANO, 10 febbraio (Reuters) - A gennaio gli impieghi di Mps (BMPS.MI: Quotazione) sono cresciuti del 5%, in linea con l'andamento registrato nel quarto trimestre.

Lo ha detto il direttore generale della banca senese, Antonio Vigni, nel corso di una presentazione, aggiungendo di avere riscontri positivi anche sul fronte della raccolta.

"A gennaio gli impieghi stanno ancora crescendo del 5%. Quando si parla di banche che stanno facendo passi indietro non penso che sia un'obiezione giusta", ha commentato il direttore generale. "Non si sta facendo credit crunch", ha poi aggiunto.

Secondo quanto è emerso nelle slide di presentazione all'Italian Financial Conference di Ubs di fine gennaio, nel quarto trimestre 2008 Mps ha registrato una crescita della raccolta diretta dell'8% e un incremento degli impieghi del 5% rispetto al trimestre precedente.

Vigni ha poi detto che nell'anno in corso è atteso un'appesantimento della qualità del credito, come si può evincere dalle "ristrutturazioni delle aziende" in atto, ma si tratta di un deterioramento "gestibile".

In questa delicata fase di crisi, sostiene Vigni, il sistema bancario italiano nel suo complesso sta svolgendo in modo adeguato la propria funzione di sostegno alle imprese e alla famiglie come ha già fatto vedere nei primi anni del 2000, e riflette condizioni migliori rispetto alle banche estere.

Il manager ha citato in particolare i dati sulla leva delle banche italiane che hanno "un rapporto tra totale attivi e capitale del 20-24% con Mps del 14,8%" a fronte di una "media europea tra il 40 e il 50%".