9 novembre 2009 / 16:25 / 8 anni fa

PUNTO 1-Fonsai, utile nove mesi depresso da andamento rami Danni

(riscrive con dettagli da comunicato e conference call)

MILANO, 9 novembre (Reuters) - L'andamento tecnico dei Rami Danni impatta negativamente sull'utile netto di Fondiaria-Sai FOSA.MI dei primi nove mesi dell'anno che si attesta a 800.000 euro contro i 385 milioni di un anno prima.

In particolare ha pesato la maggiore onerosità del risarcimento dei danni fisici legati all'RC Auto, spiega una nota.

Il periodo ha risentito anche delle svalutazioni su strumenti finanziari per 78 milioni di euro, mentre la ripresa di valore relativa all'equity è rilevata a patrimonio netto e non a conto economico, in accordo con lo standard Ias 39.

Complessivamente la raccolta premi dei primi nove mesi cresce del del 13% a 9,2 miliardi di euro, di cui 5,13 miliardi nei Danni (-2,9%). La raccolta del settore Auto è invece scesa del 4,2% a 3,4 miliardi.

La raccolta Vita ha di poco superato quota 4 miliardi con un incremento del 42,5%.

Il combined ratio è salito a 103,3% contro il 95,5% di un anno prima, risentendo per due punti percentuali dell'impatto di eventi catastrofali e naturali. Il combined ratio operativo è invece salito a 100,2% da 92,2%.

Il patrimonio netto ha superato i 4 miliardi al 30 settembre dai 3,9 miliardi di fine 2008 con un margine di solvibilità che si porta oltre il 140% con un incremento di 10 punti percentuali.

La società anticipa una parte finale dell'anno ancora negativamente influenzata dall'andamento tecnico dei Rami Danni. Tuttavia il risultato di fine anno "sarà in linea" con quanto previsto e "di soddisfazione per i nostri azionisti", ha detto l'AD Fausto Marchionni nel corso della conference call con gli analisti.

"Tuttavia, pur in un contesto così difficile, ribadiamo ciò che abbiamo esplicitato nella recente presentazione del piano industriale. Il Gruppo ha già posto in essere tutte le iniziative per recuperare redditività e confermarsi leader del panorama assicurativo italiano, già a partire dal prossimo anno", si legge nella nota.

"Il fatto che stiamo superando la crisi mondiale peggiore del secolo senza perdere solidità, senza fare aumenti di capitale e senza saltare dividendi non è stata cosa di poco conto, vuol dire che nel passato eravamo preparati anche ai momenti bui", ha aggiunto Marchionni.

"Ora ci stiamo preparando ai momenti d'oro", ha concluso.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below