CONTI TRIM3-Intesa,utile visto in calo su accantonamenti crediti

lunedì 9 novembre 2009 14:37
 

MILANO, 9 novembre (Reuters) - Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) dovrebbe chiudere il terzo trimestre con utili in calo a causa di accantonamenti su crediti più alti, visti poco sopra il miliardo, e a fronte della quasi totale assenza di plusvalenze derivanti da operazioni straordinarie.

Sul fronte operativo dovrebbe concretizzarsi l'attesa compressione del margine di interesse che però tiene nel confronto con il trimestre precedente grazie al positivo contributo dell'hedging.

Secondo 10 analisti interpellati da Reuters, l'utile netto del terzo trimestre è visto in media a 457 milioni di euro, in calo sia rispetto a un anno prima (673 milioni), sia rispetto al secondo trimestre (513 milioni).

Gli analisti faranno attenzione a eventuali indicazioni sulle cessioni di asset non strategici, destinate a rafforzare ulteriormente i coefficienti patrimoniali della banca, dopo la rinuncia al piano dei Tremonti bond.

"Pensiamo che solo una notizia positiva sulle dismissioni degli asset non core potrebbe dare una spinta al titolo che sta sottoperformando rispetto all'indice bancario europeo", si legge in una nota di Banca Akros di qualche giorno fa.

Sulle cessioni di asset non strategici "ci aspettiamo un aggiornamento durante la presentazione dei risultati", si legge in un report di KBW del 5 novembre.

Intesa Sanpaolo annuncerà i conti del terzo trimestre domani. Seguirà una conference call dell'AD Corrado Passera alle 16,30.

Di seguito la tabella riassuntiva delle stime:

  Continua...