Danieli, utile netto esercizio 2015/16 in calo del 46%

martedì 27 settembre 2016 15:56
 

MILANO, 27 settembre (Reuters) - Danieli ha chiuso il bilancio dell'esercizio 2015/2016 con un utile netto in calo del 46% a 88 milioni di euro dai 161,7 milioni di un anno fa.

I ricavi sono scesi del 9% a 2,508 miliardi da 2,765 dello stesso periodo, mentre l'ebit è sceso del 40% a 90,2 milioni da 150,2 milioni.

Danieli prevede per il 2016 un calo nella produzione mondiale dell'acciaio di circa l'1-1,5%, con l'Asia in calo dell'1% e i paesi avanzati, insieme a quelli emergenti, con una riduzione più alta di circa il 2-2,5%.

"Il mercato dell'acciaio si sta quindi stabilizzando, nel 2016, a livelli inferiori a quelli pre-crisi per la mancanza del traino cinese unitamente ad una slow economy globale", si legge in una nota della società.

"Riteniamo si sia entrati in una fase "new normal" simile a quella che ha caratterizzato gli anni 1970-2000 e che potrebbe perdurare per almeno 5/6 anni o più".

L'aspettativa è che il livello globale attuale dei consumi di acciaio si mantenga per i prossimi 2/3 anni per poi migliorare dell'1-2% all'anno a seguire.

Per il comunicato integrale gli abbonati Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia