Sorgenia, netto a 340 mln con operazioni straordinarie, debito scende a 1.033 mln

mercoledì 21 settembre 2016 17:33
 

MILANO, 21 settembre (Reuters) - Sorgenia, il produttore e venditore di di energia elettrica e gas controllato dalle banche dopo il processo di ristrutturazione del debito da parte di Cir , ha chiuso il 2015 con un utile netto di 340,5 milioni di euro, principalmente per l'effetto dei proventi netti non ricorrenti relativi alle operazioni straordinarie di ristrutturazione ex art.182 bis messe in atto dal gruppo.

E' quanto si legge in un comunicato dopo che l'assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio 2015.

I ricavi consolidati sono stati pari a 1.383 milioni di euro e l'Ebitda è stato pari a 39,8 milioni di euro.

Il comunicato sottolinea che, nel corso del 2015, Sorgenia ha generato circa 180 milioni di euro di cassa, prima del servizio del debito. Parte di tale cassa è stata utilizzata per rimborsare 70 milioni di euro di debito alle banche finanziatrici e per pagare 25 milioni di euro di oneri finanziari.

A fine 2015 l'indebitamento del gruppo era pari a 1.033 milioni di euro, in contrazione del 40% rispetto al 2014. Il miglioramento, spiega il comunicato, è dovuto sostanzialmente agli effetti della dismissione di investimenti effettuati nelle energie rinnovabili e all'accordo di ristrutturazione che, oltre a comportare una nuova compagine azionaria formata dai principali istituti finanziari del Paese, ha irrobustito il patrimonio netto, che a fine anno risulta pari a 352,6 milioni di euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia