Credit Agricole completa piano semplificazione gruppo, soffre retail

mercoledì 3 agosto 2016 10:22
 

PARIGI, 3 agosto (Reuters) - Credit Agricole ha completato il progetto di semplificazione della struttura proprietaria del gruppo di tipo mutualistico mentre i conti del secondo trimestre evidenziano un forte calo degli utili della divisione retail LCL.

La revisione dei rapporti azionari tra la società quotata e le banche cooperative a monte della catena di controllo comporta il riacquisto da parte delle banche regionali della partecipazione detenuta dalla quotata nella controllante focalizzata nell'attivita retail con un'operazione da 18,5 miliardi di euro.

In questo modo la banca quotata si focalizzerà maggiormente sulle attività di asset management, assicurazioni e investment banking.

Con la riorganizzazione gli investitori sperano di vedere un miglioramento delle performance della divisione retail LCL che ha visto i ricavi trimestrali scendere del 10,1% appesantiti da "volumi eccezionali" di rinegoziazioni di prestiti e rimborsi anticipati di mutui per la casa.

L'utile netto della divisione è sceso del 37,6%.

A livello di intero gruppo il risultato netto è salito del 25,8% a 1,16 miliardi sostenuto dalla plusvalenza di 328 milioni derivanti dalla vendita della partecipazione in VISA Europe.

Il risultato operativo è salito a 818 milioni, in rialzo del 13% su anno anche se il confronto con il 2015 è condizionato all'aggiustamento al ribasso dei dati per la perdita di utile derivante dalla riorganizzazione.

I ricavi delle attivita di asset management sono scesi dell'1,1%, e quelli dell'investment banking del 5%.

Il titolo intorno alle 10,20 sale del 2,3%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia