Bce, utili 2015 in aumento sostenuti da dollaro forte

giovedì 18 febbraio 2016 16:53
 

FRANCOFORTE, 18 febbraio (Reuters) - La Banca centrale europea ha registrato lo scorso anno un leggero aumento degli utili grazie a un apprezzamento del dollaro.

E' quanto emerge dal bilancio annuale dell'istituto centrale.

A differenza delle banche commerciali, la Bce non ha tra i suoi obiettivi quello di realizzare profitti ma li genera comunque prestando denaro alle banche o vendendo e comprando cartolarizzazioni, in somme che poi tornano alle banche centrali nazionali sulla base delle quote che le stesse detengono nella Bce.

Nel 2015 l'utile netto è stato pari a 1,08 miliardi di euro, in rialzo del 9,4% rispetto al 2014, soprattutto grazie a più consistenti guadagni dalle operazioni finanziarie in dollari.

Lo scorso anno il dollaro si è decisamente apprezzato nei confronti dell'euro quando la Bce ha allentato la sua politica monetaria mentre il mercato si preparava al primo rialzo dei tassi di interesse Usa in circa un decennio.

La Bce inoltre ha generato margine di interesse per 609 milioni di euro, in calo del 16,3% anno su anno, dai bond sovrani che ha acquistato durante il picco della crisi del debito della zona euro nel 2011 per allentare la pressione su Paesi come Grecia, Portogallo e Italia.

Le cartolarizzazioni acquistate nell'ambito del 'Quantitative easing' varato lo scorso anno hanno prodotto un margine di interesse di 161 milioni di euro.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia