Beni Stabili chiude 2015 con perdita netta 66,3 mln, aumenta di 9% cedola

mercoledì 10 febbraio 2016 13:29
 

MILANO, 10 febbraio (Reuters) - Beni Stabili ha archiviato il 2015 con una perdita netta consolidata di competenza del gruppo di 66,3 milioni di euro rispetto al rosso di 231,6 milioni di un anno prima; intende comunque aumentare il dividendo di 9% a 0,024 euro per azione dai 0,022 dell'anno precedente.

E' quanto si legge in una nota, dove si sottolinea inoltre che per il 2016 la società si aspetta "un lieve incremento a livello di risultato netto".

I ricavi lordi da locazione sono diminuiti a 210,6 milioni dai 228,4 milioni di un anno prima, a causa soprattutto dei minori affitti legati alla cessione di immobili e alla rinegoziazione con Telecom Italia. I ricavi netti sono scesi a 174,5 milioni dai 194,2 milioni del 2014.

"Il risultato del 2015 è stato ancora influenzato negativamente dalla rilevazione dell'importo della variazione di valore equo dell'opzione di conversione dei prestiti obbligazionari convertibili per -60,1 milioni (...) e dai costi per l'anticipata estinzione di finanziamenti e relativi strumenti derivati per -19,6 milioni", spiega la nota. "Sul risultato netto 2015 ha pesato inoltre l'accontamento straordinario a fondo rischi relativo al contenzioso fiscale in merito all'acquisto nel 2006 della partecipazione in Immobiliare Fortezza Srl dal Fondo pensioni Comit".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia