Tod's, salgono ricavi 9 mesi aiutati da cambi, raggiungibile consensus 2015

mercoledì 11 novembre 2015 19:35
 

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Tod's chiude i 9 mesi con risultati in linea con le attese e considera raggiungibili le stime di consensus sull'intero anno.

L'Ebitda al 30 settembre è salito del 2,4% a 160,1 milioni su ricavi per 786,9 milioni, in aumento del 6,2% grazie all'effetto cambi. A tassi di cambio costanti, comprensivi degli effetti delle coperture, l'incremento di riduce a +0,6%.

Nel solo terzo trimestre il fatturato sale del 3,1% a 271,6 milioni, un dato positivo secondo una nota del gruppo "se si considera quanto già dichiarato da altri importanti player del settore in merito alla debolezza di importanti mercati per i beni di lusso, quali Greater China e, parzialmente, Stati Uniti".

Le vendite a perimetro omogeneo (SSSG), calcolate a cambi costanti, sono scese del 6,1% nelle prime 45 settimane dell'anno. Il gruppo sottolinea la forte volatilità registrata ad agosto e settembre e dati disomogenei nelle diverse aree geografiche e dice che "nel complesso il trend è positivo nelle ultime settimane"; "a cambi correnti, il dato rimane visibilmente positivo".

Nel corso della conference call il Cfo Emilio Macellari ha spiegato che il trend delle vendite comparabili è in miglioramento, "nel senso che è più positivo dove è già positivo e meno negativo dove è negativo". Italia e Europa restano i mercati più favorevoli, vanno bene anche Corea e Giappone, "neutrali gli Usa, cioè né troppo positivi né troppo negativi".

Resta la debolezza di Macao e Hong Kong, con la Mainland China "positiva a cambi correnti ma negativa a cambi costanti".

Nei nove mesi il fatturato realizzato in Greater China è sceso dell'1,3% a cambi correnti e del 14% a cambi costanti a 167,8 milioni (21,3% delle vendite consolidate). In Italia i ricavi sono cresciuti a 254,1 milioni (+1,9%), nel resto d'Europa ammontano a 189,7 milioni (+11,6%), nelle Americhe sono pari a 73,9 milioni (+19,1%).

I ricavi del marchio Tod's ammontano nei nove mesi a 453,3 milioni (+5,1%), Hogan ha registrato ricavi pari a 176,8 milioni di Euro, con una crescita del 3,1%, stabili le vendite del marchio Fay a 43,8 milioni. Roger Vivier ha registrato ricavi pari a 112,1 milioni (+20,1%).

Per fine anno Macellari ha detto di essere "ancora una volta nella posizione di confermare che siamo abbastanza tranquilli con l'attuale consensus sul 2015, che è un top line a +5,2% ed Ebitda margin al 19,7% sulle vendite.   Continua...