Popolari sotto i riflettori, bene Bpm e B.Popolare dopo dati, cala Ubi

mercoledì 11 novembre 2015 11:42
 

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Banche popolari sotto i riflettori a piazza Affari dopo i risultati e in vista di possibili operazioni di m&a che però non sembrano essere il driver principale del rialzo.

Secondo un trader, le fusioni tra banche popolari non sono tra le storie preferite degli investitori esteri, in quanto considerate eventi locali.

Inoltre gli analisti sembrano abbastanza convinti che le operazioni verranno realizzate a prezzi di mercato, attraverso scambi carta contro carta e lasciando uno spazio relativamente contenuto alla speculazione, dice il trader.

Alle 11,25 BANCO POPOLARE sale del 4,1% a 13,42 euro con scambi per 2,5 milioni di pezzi da una media giornaliera di 2,7 milioni. Citi sottolinea che l'utile netto ha superato le attese, ma la redditività core è debole. Un secondo analista ribadisce questa valutazione dando un giudizio neutrale.

POPOLARE MILANO sale del 3,5% a 0,8785, con scambi per 45,4 milioni di pezzi da una media di 40,3 milioni. Un analista parla di risultati solidi che però non portano a una revisione al rialzo delle stime e dice che la forte presenza nell'area lombarda fa della banca un soggetto interessante per eventuali operazioni di fusione.

UBI cala dell'1,7% a 6,565 euro con scambi a 6,1 milioni di pezzi da una media di 6.4 milioni. I risultati sono più bassi delle attese sul fronte dei ricavi, dice un analista.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia