Bp taglia capex, alza target disinvestimenti dopo trim3 oltre attese

martedì 27 ottobre 2015 09:21
 

LONDRA, 27 ottobre (Reuters) - BP ha annunciato oggi ulteriori tagli agli investimenti e nuove vendite di asset nel prossimo anno, per far fronte all'atteso lungo periodo di bassi prezzi del petrolio, dopo un calo degli utili nel terzo trimestre.

La società britannica ha già venduto circa 50 miliardi di dollari di asset dal 2010, anno del disastro ecologico provocato dalla fuoriuscita di greggio nel Golfo del Messico, e ha annunciato oggi altri disinvestimenti per 3-5 miliardi nel corso del 2016.

Le società petrolifere hanno tagliato aggressivamente investimenti e costi operativi nell'ultimo anno a causa del rapido calo del cash flow dovuto ai prezzi del greggio più bassi. I tagli hanno prodotto l'eliminazione di migliaia di posti di lavoro e la cancellazione di diversi progetti.

Secondo Bp, nel terzo trimestre 2015 il Brent si è attestato a una media di 50 dollari al barile, da 61,9 dollari del trimestre precedente e da 101,9 dollari dell'anno scorso.

La società ha annunciato di aspettarsi che i costi di ristrutturazione saliranno di un altro miliardo entro la fine del 2016 a 2,5 miliardi.

Nel trimestre la società ha comunque registrato un utile netto migliore delle attese a 1,8 miliardi di dollari, battendo il consensus degli analisti per 1,2 miliardi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia