PUNTO 1-Saras stima ebitda 2019 a 730 mln, parte trading a Ginevra e guarda a Iran

giovedì 15 ottobre 2015 16:25
 

* Mercato apprezza piano, titolo strappa in Borsa

* Parte società trading a Ginevra, ma senza i russi

* Attesa per ritorno Iran sul mercato, incontro prossima settimana (Riscrive, aggiunge dettagli, dichiarazioni)

di Giancarlo Navach

SARROCH, 15 ottobre (Reuters) - Saras sorprende il mercato con una stima di redditività per quest'anno e al 2019 sopra le attese e annuncia l'avvio della società di trading petrolifero a Ginevra, ma senza l'apporto dei russi di Rosneft a causa delle sanzioni occidentali. Occhi puntati, invece, verso l'Iran in attesa che ritorni a esportare il greggio nel 2016.

Il piano - annunciato oggi dai vertici della società controllata dalla famiglia Moratti nell'impianto di raffinazione di Sarroch, in Sardegna, il più grande del Sud Europa, a una platea di analisti e investitori internazionali - ha fatto schizzare il titolo in Borsa con un rialzo fino a quasi 10%. "La stima sull'ebitda è molto elevata sia per quest'anno che a fine piano", spiega un analista.

Nel 2019, l'ebitda è atteso intorno ai 730 milioni di euro, grazie all'integrazione della 'supply chain' e alle iniziative di miglioramento dell'efficienza energetica e a investimenti moderati. La società prevede di centrare questo risultato nei margini grazie a un incremento di 130 milioni di ebitda derivante dall'integrazione della "supply chain" e di 95 milioni legati a iniziative di miglioramento nell'arco piano.

Quest'anno l'ebitda è visto fra 740 e 760 milioni, scenderà a 690 milioni nel 2016 a 670 nel 2017 e a 645 milioni nel 2018. Gli investimenti nella raffinazione e nel petrolchimico ammonteranno a 645 milioni nei prossimi quattro anni, con una media annua di 160 milioni e destinati per la gran parte alla manutenzione degli impianti.

"Questo piano non ha problemi di esecuzione ed è fattibile", ha spiegato il Cfo, Corrado Costanzo che, poco prima del termine dell'incontro ha annunciato le sue dimissioni dopo 25 anni di servizio. Sarà sostituto da Franco Balsamo, ex Cfo Acea .   Continua...