PUNTO 1-Usa, vendite dicembre deludono, Wal-Mart rivede guidance

giovedì 8 gennaio 2009 14:31
 

(aggiunge vendite Gap)

NEW YORK, 8 gennaio (Reuters) - Deludono le vendite di dicembre della statunitense Wal-Mart (WMT.N: Quotazione), numero uno mondiale della grande distribuzione. Wal-Mart ha stimato l'utile per azione al netto di poste straordinarie tra 91 e 94 centesimi nel quarto trimestre, sotto la precedente indicazione, risalente solo a novembre scorso, di un Eps compreso tra 1,03 e 1,07 dollari. All'epoca la stima aveva deluso le attese degli analisti che convergevano su 1,11 dollari.

Escludendo i punti vendita aperti nel corso dell'ultimo anno, le vendite al netto del carburante risultano in crescita dell'1,7% a fronte di un'attesa di 2,8%. Le vendite totali sono invece calate dello 0,1% a 46,5 miliardi di dollari.

La crisi economica ha colpito la spesa per consumi, tradizionale motore della crescita Usa.

La catena di abbigliamento Gap (GPS.N: Quotazione) ha riportato in dicembre vendite totali in calo del 12%. Su base omogenea la flessione del fatturato è stata del 14%.

"Dicembre è stato duro perché i clienti hanno aspettato fino alla fine del mese per acquistare e c'è stata una concorrenza agguerrita sulla promozioni", ha commentato Sabrina Simmons, direttore finanziario di Gap.

Anche secondo Wal-Mart la stagione delle festività natalizie si è rivelata più problematica delle attese per il commercio al dettaglio.

"A causa delle difficili condizioni economiche e atmosferiche ... la stagione delle festività è stata più dura del previsto", ha detto il vicepresidente di Wal-Mart Eduardo Castro-Wright.   Continua...