CONTI TRIM1-UniCredit, margini sotto pressione, recupera trading

venerdì 8 maggio 2009 15:28
 

 MILANO, 8 maggio (Reuters) - Il calo degli spread sui
depositi e gli impieghi più bassi impatteranno su margine di interesse e
commissioni di UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) nel primo trimestre con un utile netto atteso
in forte calo rispetto allo stesso periodo del 2008. 
 E' questa la fotografia scattata dagli analisti sui primi tre mesi
dell'istituto di Piazza Cordusio, i cui dati saranno annunciati il 13 maggio. 
 Gli analisti prevedono un recupero, rispetto all'ultimo trimestre del 2008,
del risultato del trading anche se questo potrebbe essere controbilanciato da un
negativo effetto 'mark-to-market' sui corporate bond, secondo uno studio
BofA-Merrill Lynch dell'1 maggio.
 Il broker invece prevede debolezza sia per margine di interesse sia per le
commissioni a causa di bassi margini da depositi e degli asset under management.
 "Ci aspettiamo un primo trimestre che confermi il trend negativo dell'asset
quality ma riteniamo che i ricavi da trading cominceranno a migliorare rispetto
alle perdite del quarto trimestre", si legge in un report di S&P's Equity
Research pubblicato il 24 aprile scorso. 
 "Ci concentreremo sulle svalutazioni delle divisioni internazionali e sul
margine di interesse da cui ci aspettiamo una compressione dopo i tagli di
politica monetaria", prosegue il report. 
 Secondo un report di Deutsche Bank del 29 aprile, il margine di interesse
dovrebbe mostrare "una relativa resistenza", mentre deluderanno le commissioni
con un recupero del risultato da trading e una dinamica dei costi buona. 
 Di seguito una tabella riassuntiva dei dati del consensus riportato sul sito
web della banca, espresso da 26 analisti:
 
                              trim1 2009 (stime)    trim4 2008     trim1 2008
 margine intermediazione           6.588              6.077          6.449
 risultato lordo gestione          2.615              1.903          2.311
 utile netto                         447                505          1.007
 
 NB: dati in milioni di euro.