PUNTO 2-Telecom Italia, calo fatturato ed Ebitda, bene margini

giovedì 7 maggio 2009 18:40
 

(aggiunge dichiarazioni AD da conference call)

MILANO, 7 maggio (Reuters) - Telecom Italia, (TLIT.MI: Quotazione) ha chiuso il primo trimestre del 2009 con risultati tutto sommato in linea con le attese che vedono un calo di fatturato ed Ebitda, ma con una buona tenuta dei margini, sopra i target dell'anno indicati nel piano industriale.

Lo dice una nota della società, che conferma gli obiettivi del piano 2009-11. L'AD Franco Bernabè nella conference call con gli analisti spiega che, per quanto riguarda gli obiettivi, le priorità sono "redditività e generazione di cassa", mentre per la top line "non è qualcosa che possiamo controllare pienamente", ha detto, "considerata l'attuale situazione", di crisi dell'economia. Il piano prevede per il 2009 fatturato stabile rispetto al 2008 (a 30,4-5 miliardi), quindi meglio rispetto al dato negativo del trimestre, ed Ebitda margin intorno al 38%.

Il margine in termini di Ebitda organico sale nel primo trimestre al 41,7 dal 41,1% dello stesso periodo del 2008.

Il gruppo ha registrato ricavi a 6.793 milioni, in calo del 6,7% rispetto allo stesso periodo del 2008, -3,8% organico, cioè a parità di perimetro e di tassi di cambio.

L'utile netto si attesta a 463 milioni da 485 milioni, Ebitda organico a 2.835 milioni, in calo del 2,4%, quello reported a 2.798 milioni in calo del 4,9%.

Si sono verificate variazioni del perimetro di consolidamento con l'uscita di Telecom Italia da Entel Bolivia e dalla pay-per-view ceduta da Telecom Italia Media TCM.MI.

Secondo un sondaggio Reuters la media delle previsioni indicava un utile netto a 468 milioni, Ebitda a 2.829 milioni, fatturato a 6.880 milioni, debito a 33.938 milioni.   Continua...