CONTI TRIM3-Intesa SP, netto visto a 690 mln, focus su dividendi

venerdì 7 novembre 2008 17:02
 

MILANO, 7 novembre (Reuters) - Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) dovrebbe aver chiuso il terzo trimestre con un utile netto di 690,4 milioni euro anche se l'attenzione degli investitori sarà concentrata sulle novità che potrebbero emergere sul fronte dividendi e patrimonio.

Non tutti gli analisti sentiti da Reuters incorporano nelle stime eventuali accantonamenti straordinari relativi all'esposizione verso Lehman.

Deutsche Bank, oltre a quelle legate a Lehman (260 milioni di euro) non esclude che possano esserci svalutazioni straordinarie anche a fronte della partecipazione in Telco (che stima in 600 milioni di euro).

Cinque analisti, che tengono conto delle svalutazioni Lehman, indicano in media un utile netto di 690,4 milioni di euro e ricavi per 4.557,2 milioni.

Lo scorso anno Intesa ha registrato un utile netto di 1,13 miliardi su base normalizzata e ricavi per 4.477 milioni. Su alcuni report è indicato un consensus "non ufficiale" per l'utile netto che va a 850 da 750 milioni.

Il 27 ottobre scorso la banca, in relazione a voci di mercato che deprimevano il titolo in borsa, ha sottolineato che il consiglio di gestione dell'11 novembre, convocato per l'approvazione dei conti del terzo trimestre, avrebbe esaminato, come di consueto, le tematiche legate a dividendi e ratios patrimoniali.

"Ci aspettiamo che il management dia un aggiornamento su capitale e dividendi, in assenza di interventi sul capitale stimiamo un Core Tier 1 di 5,6% che sarebbe debole per l'attuale scenario", si legge in un report di Exane BNP Paribas.

Più broker concordano sulla stima che i dividendi saranno tagliati. "Il focus sarà sui commenti sul dividendo. Noi ipotizziamo che non ci sarà un dividendo cash per il 2008 e ci aspettiamo un Core Tier 1 al 6,5% contro il 5,7% del secondo trimestre", si legge in un report di Citigroup.

Di seguito la tabella riassuntiva delle stime:   Continua...