Juventus, perdita netta trim4 sale a 20,3 milioni, pesa Andrade

giovedì 7 agosto 2008 17:47
 

TORINO, 7 agosto (Reuters) - Juventus (JUVE.MI: Quotazione), società calcistica che fa capo a Ifil IFLI.MI del gruppo Agnelli, ha chiuso il quarto trimestre con una perdita netta di 20,3 milioni, dal rosso di 11,8 milioni dell'anno precedente.

Sui conti del periodo pesa la svalutazione del diritto pluriennale del giocatore Andrade (infortunio) per 6,8 milioni, dice una nota.

Il risultato netto dell'intero esercizio chiuso il 30 giugno 2008 è negativo per 20,8 milioni, contro il saldo negativo di 0,9 milioni dell'esercizio precedente.

Nel quarto trimestre i ricavi sono 42,5 milioni, in calo del 7,8% mentre i costi operativi sono di 43,9 milioni (+3,5%).

Il risultato operativo del quarto trimestre è negativo per 18,4 milioni, contro un saldo negativo per 11 milioni, "per effetto principalmente della svalutazione del diritto pluriennale alle prestazioni sportive del calciatore Andrade".

L'intero esercizio vede ricavi per 203,7 milioni, in aumento del 9,1% e costi operativi per 174,5 milioni (+18,4%).

Il risultato operativo progressivo al 30 giugno 2008 è negativo per 10,3 milioni, contro un saldo positivo per 6,5 milioni dell'esercizio precedente.

La posizione finanziaria netta al 30 giugno è positiva per 11,3 milioni, in riduzione rispetto al saldo positivo di 21,7 milioni al 30 giugno 2007.

i clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale clicando [nBIA0791a]