Axa, utile netto sem1 in calo, ma sopra stime, titolo balza 6%

giovedì 7 agosto 2008 11:29
 

PARIGI, 7 agosto (Reuters) - Il titolo Axa (AXAF.PA: Quotazione) accelera sino al 6% a Parigi dopo che la seconda compagnia di assicurazioni in Europa ha pubblicato un risultato netto in calo nel primo semestre, ma superiore alle stime di mercato.

La contrazione del 32% a 2.162 milioni di euro, su cui ha pesato il deprezzamento degli asset colpiti dalla crisi del mercato creditizio, si confronta con i 1.916 milioni attesi dagli analisti interpellati da Reuters.

La compagnia francese ha registrato al contempo una performance operativa superiore alle attese nel periodo preso in esame e prevede di ripetere, nell'intero esercizio, il risultato operativo record del 2007 "a meno che le condizioni del mercato non si deteriorino in maniera significativa".

Le cifre mostrano, inoltre, un tasso di solvibilità solido e la società ha espresso l'intenzione di proporre, allo stato attuale, una cedola di 1,20 euro per titolo nel 2008, invariata rispetto al 2007.

A fronte di tali risultati, Axa ha precisato che non avrà bisogno di ricorrere ad un aumento di capitale.

"La nostra strategia è destinata a resistere a un contesto economico molto difficile e rimaniamo ben posizionati per beneficiare di tutte gli eventuali sviluppi positivi dei mercati", ha dichiarato il presidente, Henri de Castries, in un comunicato.

Secondo un analista di una banca francese i risultati sono positivi. "Nel contesto attuale, saranno sufficienti a sostenere il titolo. I punti positivi sono il risultato operativo e il tasso di solvibilità".

Il risultato operativo ha registrato una crescita del 3% a 2.766 milioni di euro, un dato decisamente più elevato dei 2.506 milioni previsti.

Intorno alle 11,10 il titolo scambia in progresso del 6,13% a 21,63 euro, a fronte di un benchmark parigino .FCHI in rialzo dell'1,2%.

Il titolo ha bruciato il 25,6% dall'inizio dell'anno, facendo peggio dell'indice DJ Stoxx del comparto assicurativo , che ha accusato una flessione del 21,4%.