Banche, sofferenze e perdite su crediti crescono moltissimo- Abi

martedì 7 luglio 2009 17:00
 

ROMA, 7 luglio (Reuters) - La crisi si sta facendo sentire sul settore bancario con un aumento sostenuto delle sofferenze ed una crescita delle perdite sui crediti.

Lo ha detto il presidente dell'Abi, Corrado Faissola, durante la conferenza stampa di presentazione dell'annuale assemblea dell'associazione che si terrà domani.

"Le sofferenze stanno crescendo moltissimo come sempre capita nei momenti di crisi. Anche le perdite sui crediti sono rilevanti", ha detto Faissola accenando all'andamento del settore.

Pur riconoscendo al governo di aver fatto un passo in avanti aumentando l'aliquota delle perdite su crediti che può essere portata in deduzione, Faissola ha spiegato che si tratta "di un segnale positivo, ma assolutamente insufficiente".

La ragione, ha spiegato ancora il presidente dei banchieri italiani, è che l'attuale legislazione fiscale può spingere le banche a richiedere "il fallimento di un'impresa perchè in quel caso le eventuali perdite sono tutte deducibili al contrario di quanto avviene per quelle generate dalla rinegoziazione o da transazioni raggiunte con i clienti".