Clabo punta a crescita in Asia e Sudamerica, debutto su Aim in calo

martedì 31 marzo 2015 12:03
 

MILANO, 31 marzo (Reuters) - Clabo, società specializzata nella produzione di banchi refrigerati per gelaterie, cede oltre il 5% nel giorno del debutto sull'Aim, dopo aver raccolto circa 7,4 milioni che intende utilizzare per crescere all'estero.

"I proventi dell'aumento di capitale saranno indirizzati alla crescita sui mercati internazionali, vogliamo investire sui mercati asiatici e in Sudamerica, aprendo degli stabilimenti", ha spiegato l'AD Pierluigi Bocchini, sottolineando che il nuovo stabilimento cinese potrebbe essere pronto entro il 2016.

L'AD, oltre alla crescita organica, non esclude acquisizioni.

"Nel mercato sudamericano esistono delle possibilità, legate anche alla debolezza della valuta. C'è quindi la possibilità che si possa procedere per acquisizioni oltre che con l'apertura di stabilimenti", ha spiegato durante la cerimonia di quotazione.

Il manager ha infine sottolineato che la società in futuro potrebbe passare all'Mta.

"Sono ragionevolmente convinto che continueremo a crescere in modo equilibrato e che fra qualche anno ci rivedremo per celebrare il passaggio a un segmento diverso", ha aggiunto.

Durante l'Ipo - seguita da EnVent quale Nomad, da Ambromobiliare in qualità di advisor finanziario, da MPS Services come global coordinator - sono state collocate 2,7265 milioni di azioni derivanti da un aumento di capitale. Il flottante è pari al 33,13%.

Intorno alle 11,55 Clabo cede il 5,7% a 2,54 euro, rispetto a un prezzo di collocamento di 2,7 euro, che le attribuiva una capitalizzazione di 21 milioni.

  Continua...