Hera, netto adj 2014 balza 24,7%, ricavi -6%, cedola confermata a 9 cent

martedì 24 marzo 2015 13:53
 

MILANO, 24 marzo (Reuters) - Il gruppo Hera chiude il 2014 con utile netto adjusted (senza le componenti straoridnarie) di 181,2 milioni di euro, in crescita del 24,7% rispetto al 2013, mentre il mol si attesta a 867,8 milioni, in salita del 7,1%, secondo una nota.

Ricavi in contrazione del 6% a 4.189,1 milioni che risentono soprattutto degli effetti climatici e dell'andamento dei prezzi energetici, spiega la società.

Il Cda ha deciso di proporre all'assemblea dei soci del prossimo 28 aprile un dividendo di 9 centesimi per azione, in linea con quanto erogato nello scorso esercizio. Lo stacco della cedola avverrà il 22 giugno 2015, con pagamento a partire dal 24 giugno 2015.

La posizione finanziaria netta è scesa negli ultimi tre mesi dell'anno: 2.640,4 milioni al 31 dicembre 2014 rispetto ai 2.700 milioni del 30 settembre, grazie alla costante azione di gestione attiva dei crediti.

A fare da traino ai risultati della multiutility di Bologna, la focalizzazione sulle attività core, l'azione di continua espansione dei mercati e l'estrazione di sinergie dalle integrazioni societarie che hanno saputo contrastare gli impatti negativi dello scenario esterno e del clima invernale, il più mite degli ultimi 30 anni.

A questo si è aggiunta la continuazione dell'azione di consolidamento in Friuli Venezia Giulia, con l'integrazione di Est Reti Elettriche, Isontina Reti Gas e Amga Udine, che ha contribuito all'accelerazione dei risultati, si legge nella nota.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia