PUNTO 1-Ferragamo, salgono Ebitda e ricavi 9 mesi, vede crescita trim4 in linea

giovedì 13 novembre 2014 19:40
 

(Aggiunge dettagli da nota e conference call)

MILANO, 13 novembre (Reuters) - Salvatore Ferragamo chiude i primi nove mesi con Ebitda e ricavi in aumento, centrando le attese degli analisti, e si aspetta per il quarto trimestre una crescita del fatturato almeno in linea con il +5% del periodo gennaio-settembre.

A livello di redditività l'obiettivo di un margine Ebitda 2014 intorno al 21% - in linea con quanto realizzato nel 2013 - è considerato "impegnativo ma fattibile", ha detto il Cfo Ernesto Greco nella conference call sui risultati.

L'utile netto di pertinenza del gruppo ammonta a 110 milioni rispetto a 112 milioni dei primi nove mesi del 2013, segnando un decremento del 3%, ma risulta in aumento del 10% escludendo la plusvalenza relativa alla cessione della quota in Zefer dal risultato dello scorso anno.

"Seppur in presenza di un quadro di riferimento che mostra elementi di incertezza, si ritiene, sulla base di ragionevoli aspettative, che la crescita del quarto trimestre 2014 sarà almeno in linea con quella dei primi nove mesi", si legge nella nota sui conti. Greco ha poi spiegato che le indicazioni sulla crescita del quarto trimestre sono a tassi correnti.

L'Ebitda nei nove mesi aumenta del 6% a 203 milioni, con un'incidenza percentuale sui ricavi del 21,2% rispetto a 21% dello stesso periodo 2013.

I ricavi ammontano a 957 milioni (+5% a tassi di cambio correnti, +6% a cambi costanti).

L'area Asia Pacifico si riconferma il primo mercato in termini di ricavi per il gruppo, in crescita del 5% a cambi costanti nei primi nove mesi. L'Europa registra un incremento del 7%, così come il Nord America. Il mercato giapponese sale del 3% a parità di cambi (-4% nel solo terzo trimestre).

Il canale distributivo Retail registra al 30 settembre ricavi in aumento del 4%, con una crescita a tassi e perimetro costanti (like-for-like) pari a circa 2%. Il canale Wholesale e Travel Retail segna un incremento del 10%.   Continua...