Maire Tecnimont, Ebitda pro-forma 9 mesi +30,3%, utile netto +172,7%

mercoledì 12 novembre 2014 15:54
 

MILANO, 12 novembre (Reuters) - Maire Tecnimont ha chiuso i primi nove mesi con margini e utile in deciso rialzo a parità di perimetro.

I ricavi, si legge in un comunicato della società di ingegneristica, su base pro-forma (depurati i valori legati alle commesse della business unit Infrastrutture & Ingegneria civile, Alta Velocità Milano-Genova 'Cociv' e Metro Copenhagen, cedute, rispettivamente, nel terzo e quarto trimestre 2013) sono saliti del 17,8% a 1,167,5 miliardi.

L'Ebitda è aumentato del 30,3%, a 74,9 milioni, mentre l'utile netto è balzato del 172,7%, a 25,9 milioni.

La raccolta di nuovi ordini da inizio anno ammonta a 936,3 milioni, in aumento di 478,4 milioni rispetto a un anno prima. Al 30 settembre scorso il portafoglio ordini ammontava a 3,481 miliardi, sostanzialmente invariato rispetto a fine 2013.

Maire Tecnimont prevede una marginalità positiva anche nell'ultimo trimestre dell'anno.

A fine settembre l'indebitamento finanziario netto era pari a 342,3 milioni, in crescita di 10 milioni rispetto a fine 2013.

Il gruppo stima di concludere ulteriori dismissioni, "in parte entro la chiusura dell'esercizio e, in parte, nei primi mesi del 2015; in particolare, con riferimento alla centrale a biomassa di Olevano di Lomellina sono in corso trattative in esclusiva con la controparte interessata".

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia