UniCredit pronta per maggiori buffer, serve riflessione su effetti economia-Ceo

martedì 11 novembre 2014 19:27
 

MILANO, 11 novembre (Reuters) - UniCredit è pronta ad adeguarsi a eventuali richieste di maggiori cuscinetti di strumenti di capitale da parte dei regolatori internazionali ma invita a riflettere sull'effetto che norme di questo tipo possono avere sulla ripresa economica, in particolare in Europa.

Lo ha detto il Ceo Federico Ghizzoni nella conferenza stampa sui conti del terzo trimestre.

I regolatori internazionali hanno proposto nuove norme per assicurare che i creditori delle banche e non i contribuenti paghino il conto in caso di fallimento di un istituto ritenuto "too big to fail". Quindi le 30 banche riconosciute come sistemiche dovrebbero avere, accanto al patrimonio regolamentare, un cuscinetto di bond o equity equivalente ad almeno il 16-20% dei loro asset ponderati per il rischio da gennaio 2019. Questi bond sarebbero convertiti in caso di carenze di capitale. Il G20 di questo fine settimana in Australia dovrebbe sostenere la proposta che sarà in consultazione fino al 2 febbraio.

"Le banche hanno dimostrato in questi anni che qualsiasi cosa si chiede viene fatta", ha spiegato Ghizzoni. "Fino al 2007-08 o addirittura al 2009 il capitale minimo richiesto a una banca media europea era circa 5 volte meno di quello di oggi. Se ci saranno richieste analoghe ci adegueremo nei tempi concessi", ha aggiunto.

"Io però continuo a sollecitare una riflessione da parte, più che delle banche, degli altri stakeholders sugli effetti che questa decisione può avere sull'economia reale, soprattutto quella europea. E' importante una riflessione più politica che tecnica per evitare che l'accenno di ripresa sia messo in discussione", ha detto Ghizzoni.

Il Ceo ha poi sottolineato che UniCredit è già al 15%, in termini di cuscinetto di strumenti Tier 1, Tier 2 ed eventuali senior e quindi "arrivarci si può".

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia